"""""DELEGA POLITICHE EDUCATIVE X MUNICIPIO ROMA" " " " "

COMUNICATO STAMPA
 
Legàmi, Stand Up, il CGD nazionale, il Comitato Genitori Quinqueremi, alessandraproietti onlus
scrivono
al Presidente Tassone e al Consiglio municipale.
 
Subito la delega delle Politiche Educative ad un Assessore: i cittadini hanno bisogno di un referente unico, immediato, reperibile, con competenze definite.
 
Subito avviare un tavolo partecipato di Istituzioni (Amministrazioni, scuole) e società civile (studenti, famiglie, associazioni culturali, di volontariato, imprenditoriali) per affrontare insieme i problemi e progettare  in modo condiviso le politiche per l'istruzione sul nostro territorio.
 

 

LETTERA SOTTOSCRITTA

DA ASSOCIAZIONI E COORDINAMENTI DEL TERRITORIO

 

Questa lettera è una memoria e una protesta insieme e incarna non solo il rammarico e la delusione, ma anche lo sdegno e la fermezza sulla quale chiediamo l'esplicita condivisione di cittadini ed associazioni che hanno a cuore la scuola pubblica sul nostro territorio.

Chi si presenta come diverso, deve anche dimostrarlo, non con le parole, ma con i fatti.

Questa Amministrazione ha avuto ed ha l'opportunità di mostrare veramente ai cittadini di avere a cuore la politica scolastica di questo territorio e di volerla mettere al centro dei propri interessi e delle proprie attività, con consapevolezza degli effetti e dei legami tra la scuola e gli altri settori della vita civile e sociale.

Chiediamo dunque a gran voce la ripresa di un dialogo chiaro con le Istituzioni per realizzare effettivamente la comunicazione e la collaborazione cittadinanza-rappresentanza che costituisce il nodo problematico ma anche l'essenza di ogni democrazia.

Riteniamo imprescindibile che:

  1. i cittadini, le istituzioni scolastiche e le associazioni possano avere sui temi e le scelte che riguardano la scuola un rapporto diretto e continuo con il Presidente Tassone, o con l'Assessore al quale nel caso – e auspichiamo presto – deciderà di affidare la delega alle politiche educative

  2. sia urgente attivare un tavolo di concertazione come quello sopra indicato, niente di burocratico o autocelebrativo, bensì un luogo reale di confronto e ricerca condivisa di soluzioni, in cui le diverse parti si confrontino con i decisori politici ed insieme si individuino le soluzioni migliori.

 

In conclusione ci attendiamo dai nostri amministratori una svolta sulle politiche educative in senso partecipativo e ampiamente democratico. Un segnale potrebbe essere dato con l'assegnazione della delega e con una convocazione a breve scadenza di un incontro di ascolto delle diverse realtà, sul tipo degli Stati Generali della Scuola.

 

LEGÀMI Rete di Associazioni:

Affabulazione – C.I.A.O.Onlus - cdlt Cgil centro-ovest litoranea - 
Comunità di Sant'Egidio (Ostia) - Equorete - 
F.L.C CGIL Roma Ovest – FOCUS Casa dei Diritti Sociali - 
Giovani Non Più Disposti a Tutto – A.P.S. Ideas Europa – L'Isola del tesoro Ostia Onlus - IO NOI ONLUS - Movimento di Impegno Educativo di Azione Cattolica (Mieac)
Movimento Nonviolento (Centro del Litorale Romano) – Observo Onlus – LA ZAGARA
ALTRI SOGGETTI FIRMATARI
Stand Up Rete di Associazioni del litorale romano
CGD NAZIONALE
Comitato Genitori Quinqueremi

alessandraproiettionlus

 

Mirella Arcamone

Portavoce di Legàmi Rete di Associazioni

 

http://inviaggioconlacostituzione.wordpress.com/ 
http://www.facebook.com/profile.php?id=100003381412106&sk=wal